.
Annunci online

politica estera
23 maggio 2011
Il PP la fa da padrone ma......

Ieri qui in spagna ci sono state le elezioni amministrative  e varie regioni e citta' hanno espresso la loro preferenza ! A vincerere e' stato il PP ovvero il partito che attualmente nel governo Spagnolo sta all'opposizione e bisogna ammettere che la vittoria e' stata schiacciante. L'esito in qualche modo era prevedibile,la crisi economica ha messo letteralmente in ginocchio il paese e,a giudizio degli elettori spagnoli, le misure prese dal PSOE e dal Primo ministro Zapatero non sono state adeguate o meglio non sono piaciute.Ad esser colpite sono state ancora una volta le fascie meno ambienti,o meglio i lavortori a 1000 euro al mese che gia' con difficolta' riuscivano a sbarcare il lunario. L'opposizione dal canto suo ha fatto il proprio gioco e cioe' quello di mettere i bastoni tra le ruote del governo anche quando andava appoggiato e con un'operazione mediatica  di tutto rispetto ha sparato a tappeto su qualsiasi operazione del governo. A molti sembrera' normale,pure a me in un certo qualsenso ma quello che giorno dopo giorno notavo era una totale assenza di proposte o idee dell'opposizione. E qui mi sorge spontanea una domanda:

"Ma il PP fosse stato al govero come avrebbe affrontato la crisi??? Sarebbe stato davvero in grado di far meglio o la crisi e' davvero di proporzioni enormi che nessun partito e nemeno un Mago poteva far meglio del Sig. Zaptero??E  il progetto politico qual e'?? Dagli esponenti del PP ho sentito solo denigrare la politica di Zapatero senza mai una critica costruttiva x il paese.

Scusate ma a me il dubbio resta e a prescindere dal fatto che giudico il Sig Zapatero un ottimo primo ministro mi chiedo:" Ma quale fiducia puo' riporre il popolo spagnolo andando a destra dello schieramento politico??Mi spiego... Io la destra la assimilo al capitalismo,quindi molto piu' vicina agli imprenditori che hai lavoratori e da qui il dubbio!! Ho provato a chiedere spiegazioni a molti amici spagnoli della citta in cui vivo e per tutti la risposta e' stata: Flavio,peggio di cosi' non puo' andare ....proviamo a cambiare !!!

Mi spiace dirlo ma queste risposte per come la vedo io sono molto preoccupanti,danno chiaramente il senso del malestare  che il popolo spagnolo sta vivento....Da qui a scontri e disordini il passo e' breve !! Forse le coscienze si stanno svegliando e DemocratiaRealYa lo sta dimostrando nelle piazze spagnole con ordine e diligenza,ma quanto potra' ancora durare questa quiete?? Fino a quando gli Spagnoli ma penso anche gli Italiani riusciranno a tollerare la mancanza di lavoro,futuro,famiglia e tutto cio che ne consegue??

Flavio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Spagna PP elezioni Zapatero crisi politica

permalink | inviato da NestorCat il 23/5/2011 alle 13:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
22 maggio 2011
Ricomincio da qui !!!

Mai avrei creduto...

Da un Italiano emigrato in Spagna, la speranza di una rinascita per il nostro Paese

 
E' passato solo un anno da quel giorno in cui decisi di lasciare il mio paese e cioe' l'Italia.
La vita era diventata insostenibile, il lavoro mancava e i soldi per arrivare a fine mese non bastavano mai. A ciò si aggiunse una nausea profonda alla politica Berlusconiana e non, e ad una totale disugualianza tra i cittadini del mio amato paese.
Ma la cosa che piu' mi feriva giorno dopo giorno era il totale menefreghismo della gente che, forse troppo impegnata a capire come arrivare a fine mese, si lasciava scivolare addosso tutto e di piu'. Incominciai con seguire Beppe Grillo (cosa che tutt'ora faccio) aprii un mio blog chiuso pochi giorni dopo da Libero senza nessuna spiegazione, tentai di muovere le coscienze nel mio piccolo paesino del trevigiano.
Pensavo nel mio piccolo fosse possibile cambiare qualcosa ma davanti a me regnava l'indifferenza totale. A parole tutti d' accordo, ma quando c'era da esporsi in prima persona ecco che si materializzava il nulla cosmico.
E cosi la mia decisione di andarmene a vivere in Spagna, paese sicuramente in crisi ma con un senso civico maggiore del nostro e soprattutto con una coscienza ancora viva. Bene, mai avrei creduto! qui in Spagna e nelle sue maggiori citta' sta accadendo cio' che io sognavo accadesse nel mio Paese di santi e navigatori ma che di eroi oggi ne ha ben pochi.
Spero di cuore che la protesta si sposti presto anche in Italia. Spero in una democrazia che parta dal basso,che dia ascolto alle fasce piu' deboli e che non faccia del dio denaro la prima ragione di vita.
Guardatevi attorno Italiani, smettete di osservare solo il vostro giardino: questa forse e' un'occasione irripetibile!
 
Ringrazio la redazione di "Cado in Piedi" per aver pubblicato il mio pensiero ! 
sfoglia
       giugno

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte